Si può dormire bene anche se si conduce una vita frenetica? La risposta è sì, ma si deve fare attenzione e seguire alcune buone abitudini, che possono aiutare ad addormentarsi bene e a risvegliarsi riposati. Quali sono queste buone abitudini?

La prima è sicuramente staccare per un’ora almeno dalla tecnologia. Così, non si stancano gli occhi e non si resta svegli. Infatti, utilizzare smartphone e tablet costringe il cervello a tenersi in movimento e la luce blu impedisce agli occhi di chiudersi.

Poi, è bene rilassarsi nei momenti precedenti all’ora del riposo. Per esempio, prendere una camomilla, oppure leggere un libro, è un aiuto concreto per rilassarsi un po’ prima di addormentarsi.

Infine, è molto importante stare comodi nel letto. Infatti, utilizzare delle lenzuola pulite, magari con qualche essenza di lavanda, può aiutare a riposarsi bene e in breve tempo.

Sul mercato esistono anche integratori alimentari, compresse e persino farmaci per dormire. Il consiglio è di evitarli per quanto possibile. Se non si tratta di insonnia grave, per cui il medicinale è prescritto dal medico, allora basta una camomilla con la melatonina, oppure la melissa e la passiflora.

In casi di insonnia leggera, si può prendere anche un integratore naturale prima di dormire, ma è bene verificare se in confezione si tratta di un integratore che non dà assuefazione. Significa che non sei costretto a prenderlo tutti i giorni e che l’integratore sarà sempre efficace.

Per maggiori informazioni e per altri consigli dalla natura, cerca sul sito ufficiale dedicato ai rimedi naturali per dormire altre soluzioni e sane abitudini per poter tornare alla vita di tutti i giorni freschi e riposati. Ricorda di allontanare le ansie e le preoccupazioni e di non dare peso ai cattivi pensieri durante la notte: questo ti aiuterà a ottenere un ottimo riposo, accanto a un cuscino morbido e a un materasso di media durezza (oggi ci sono anche quelli al lattice!).