Fino a poco tempo fa, chi voleva investire una piccola somma si rivolgeva generalmente alle banche. La professione del consulente finanziario indipendente, già da molto tempo in voga in altri paesi come gli Stati Uniti, da noi non era ancora conosciuta.

Per i risparmiatori era normale essere contattati dal funzionario di banca di propria fiducia, quando quest’ultimo aveva dei prodotti interessanti da offrire e che fossero in linea con il profilo del cliente, la  cosiddetta MiFID.

Cosa si intende con l’acronimo MiFID

Diciamo, innanzitutto che l’acronimo MiFID, ovvero la “markets in financial instruments directive” è, come dice il termine, una direttiva che disciplina i mercati finanziari dell’UE.

Quando il risparmiatore decide di investire, gli viene chiesto di compilare il cosiddetto questionario MiFID, un questionario le cui domande non sono altro che un test per constatare l’adeguatezza come investitore, ovvero per individuare la tipologia di investimento appropriata per soddisfare le esigenze del cliente.

Tra l’altro, alcune banche invitano la propria clientela alla compilazione del questionario MiFID che possono trovare nel loro home banking, anche se quest’ultimi non hanno ancora intenzione di fare degli investimenti. Con il questionario archiviato nel portale, la banca riesce anche a tastare il polso del cliente per capire il suo livello di conoscenza del mercato finanziario ed essere pronta a proporgli gli investimenti adeguati, qualora lo richiedesse.

La differenza tra l’investire in banca ed avvalersi di un consulente finanziario indipendente

Il problema dell’investire in banca è che l’istituto generalmente propone prodotti di proprio interesse, esponendo il cliente non tanto a dei rischi, ma sicuramente ad un minor rendimento.

Il consulente finanziario è una figura indipendente, ovvero non dipende da nessun istituto bancario ed è quindi una figura super partes, a cui sta principalmente a cuore di fare l’interesse del cliente investitore al fine di incontrarne la soddisfazione e creare una fidelizzazione futura. Il consulente finanziario può essere anche una società finanziaria, come la Travagli Financial, la quale vanta uno staff altamente qualificato ed in grado di proporre il giusto investimento alla propria clientela.

Visita il sito https://www.consulentefinanziarioindipendente del Dott. Maximiliano Travagli e metti i tuoi risparmi in buone mani.