Hai mai pensato di fare investimenti immobiliari? Se non ci hai mai pensato prima è perché forse nessuno ti ha mai detto come farlo, e soprattutto come farlo in modo sicuro. Invece si tratta di una operazione anche relativamente semplice, ma è molto importante affidarsi a persone competenti e preparate per far fronte a tutti gli eventuali intoppi che è possibile incontrare lungo il percorso.

In questa mini guida spiegheremo perché gli investimenti immobiliari non sono materia esclusiva di chi dispone di grandi capitali, ma anche perché può essere uno strumento di profitto a disposizione anche dei piccoli risparmiatori.

Attraverso gli investimenti immobiliari, infatti, si può intervenire sul proprio futuro economico in modo sicuro e responsabile, ed in maniera significativa. Vediamo come.

Per effettuare investimenti immobiliari, in buona sostanza, bisogna spendere del denaro per l’acquisto di beni immobili allo scopo di ricavarne un guadagno. Come riuscirci? Si può, ad esempio, rivendere il bene stesso o altrimenti metterlo in affitto. Questa operazione può essere fatta sia in qualità di persone fisiche sia come società nate con questo scopo. È consigliabile, comunque, iniziare come persona fisica per poi, eventualmente, diventare società.

Come si diceva prima, anche i piccoli risparmiatori possono fare investimenti immobiliari: possono veder così fruttare i propri soldi. Una buona occasione è rappresentata dal crowfunding immobiliare: si tratta di una tendenza rivoluzionaria per il settore.

Si può infatti attivare attraverso due modi: diventando soci di un progetto (forma “equity”) che si contribuisce a finanziare, oppure si può investire il capitale in un progetto per riceverlo indietro con gli interessi quando il progetto sarà terminato (forma “lending”). E se quest’ultimo non dovesse essere realizzato, i fondi non saranno persi perché saranno restituiti al titolare. Gli interessi sono anche molto buoni: quando i progetti vengono realizzati, si aggirano intorno all’8-10 per cento annuo.