Si stima che nel nostro paese ci siano 500 milioni di topi, facendo un rapido calcolo circa 8,6 topi per ogni abitante. Un numero che fa riflettere e che fa capire come la battaglia tra noi e i topi sia persa in partenza, meglio usare armi intelligenti, che non avvelenino l’ambiente oltre che i topi. Avere in casa del veleno può mettere a rischio anche i nostri animali domestici oltre che gli animali selvatici nel caso in cui utilizziamo veleni nel nostro giardino.

C’è un repellente per topi che si basa su un metodo innovativo, poiché utilizza sostanze naturali. Si chiama Scappatopo e ci permette di non tenere in casa, in cantina o in giardino del veleno con tutto ciò che comporta, né ci costringe a uccidere degli animali che, per quanto infestanti, fanno parte dell’ecosistema in cui viviamo semplicemente facendoli stare alla larga dalle nostre abitazioni, cantine o depositi.

Come funziona il repellente per topi?

Scappatopo è un repellente per topi organico fatto a base di estratti di piante e granuli di mais, nato dalla ricerca bio-tecnologica italiana. 

Emette del profumo prodotto da olii essenziali di primissima qualità, che infastidisce il topo perché colpisce tutti i suoi sensi, facendolo cambiare direzione e ambiente. Ecco che in questo modo Scappatopo crea una vera e propria barriera invisibile oltre la quale il topo, animale intelligentissimo, capisce che è meglio non andare. 

Scappatopo si può posizionare ovunque, anche su automobili o imbarcazioni, perché ha un profumo gradevole per l’uomo e non è tossico, solo molto fastidioso per il topo. 

Il prodotto a base di olii essenziali è stato rigorosamente testato sia dall’Università di Napoli sia dall’Università di Roma, che ne hanno certificato la sua efficacia.

La durata di Scappatopo una volta posizionato è di circa due mesi. Protegge una stanza di 3 metri per 3 e se ne possono posizionare vari senza alcun problema di sicurezza.