Orto verticale: come coltivare ortaggi e gestire l’irrigazione?

L’orto verticale è la risposta alla coltivazione di verdure e ortaggi in uno spazio ridotto. Molti amanti del verde che vivono in città devono affrontare un problema grande, quello dello spazio. Si trovano a dover fare i conti con un balcone o una terrazza che per quanto possano essere ampi non possono accogliere in modo ottimale gli ortaggi, soprattutto quelli a lunga estensione.

Ecco che entra in gioco orto verticale. Chi si trova in queste condizioni normalmente è costretto a rinunciare al piacere di coltivare i propri ortaggi preferiti, mettendo da parte il pollice verde e l’idea di portare in tavola qualcosa di auto-prodotto. Fortunatamente a queste persone viene incontro l’orto verticale che, come il nome stesso fa intendere, sfrutta lo spazio in verticale disponendo i contenitori con la semina in altezza su diversi ripiani.

Ovviamente esistono elementi coltivabili solo in terreni ampi e profondi, ma altri si possono seminare nei vasi, ottenendo ottimi risultati. Va però sottolineata la grande importanza di fornire ad ogni pianta la quantità di acqua necessaria. L’unica nota dolente legata alla manutenzione di un orto verticale può essere l’irrigazione. Se ci riuscite, installate un impianto d’irrigazione a goccia ben nascosto ma questa è un’impresa quasi impossibile: è difficile nascondere tutti i tubicini.

Irrigazione e fertilizzanti: nello specifico

Le piante o gli ortaggi in vaso hanno poca terra e per questo vanno innaffiate tutti i giorni, è essenziale che le fertilizzazioni siano regolari così da assicurare alla pianta una crescita regolare e un’abbondante fioritura. I fertilizzanti liquidi o solubili in acqua, sono i più comodi da applicare. In questo modo l’acqua potrà raggiungere tutta la superficie verde irrigandola attraverso un sistema di canalizzazione a cascata che segue la disposizione dell’orto verticale, che normalmente è costituito da piante inserite orizzontalmente oppure seguendo un piano leggermente inclinato rispetto a quello verticale.