Il Perturbante: il nuovo libro di Davide Borghetti

Il perturbante è un libro che ti tiene incollato già dalle prime pagine, dove Davide Borghetti con il suo linguaggio avvincente elenca quelle situazioni del quotidiano che evocano nel lettore una sensazione indefinita tra la paura e il disagio, fino ad arrivare all’ inquietudine. Il termine “perturbante” era già stato utilizzato da Freud che conferiva a tale parola un intenso significato da rilevarsi nella paura di un elemento ben noto e radicato da tempo nella psiche e che per svariati motivi riemerge alla luce dopo che il processo di rimozione lo aveva preso e messo in un angolino nascosto della testa (spesso dovuto alla presenza di residui infantili nella psicologia dell’adulto.

La parola tedesca che dà il titolo al saggio, tradotta in italiano con perturbante, è unheimlich, ovvero l’opposto di heimlich, che significa familiare, casalingo. Si potrebbe insomma dedurne che unheimlich sia tutto ciò che è non-familiare, sconosciuto e perciò spaventoso. Borghetti traccia un percorso che va dalle rappresentazioni della paura nell’arte e nell’immaginario popolare a una più profonda analisi antropologica sui motivi della paura come risposta a un pericolo o a un supposto pericolo esterno. Il libro affronta il tema del perturbante spiegando in maniera semplice e chiara come funziona, quali sono gli elementi essenziali per la creazione di un soggetto perturbante e come questo concetto sia riscontrabile in campi apparentemente distanti, quali la psicologia, la letteratura, la robotica, il cinema e la musica.

La casa, luogo confortevole per eccellenza, è anche il posto dove si annida, seppellito da strati di polvere o sul fondo di un vecchio cassetto, il rimosso. Se la teoria psicoanalitica ha ragione di affermare che ogni affetto connesso con una emozione, di qualunque tipo essa sia, viene trasformato, in angoscia qualora abbia luogo una rimozione, ne segue che tra le cose angosciose deve essercene un gruppo nel quale è possibile scorgere che l’elemento angoscioso è qualcosa di rimosso che ritorna…il perturbante.

Per maggiori informazioni visita il sito www.perturbante.it